Contenuto principale

Messaggio di avviso

logomiur

M.I.U.R.

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE "F. PAOLO NEGLIA"

VIA ALDO MORO, 1 - 94100  ENNA -(  0935/535036 e FAX 0935/535022

*: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - Sito web:istitutocomprensivonegliaenna.gov.it

VISITE GUIDATE E VIAGGI DI ISTRUZIONE

(allegato n°1 al REGOLAMENTO D'ISTITUTO)

PREMESSA

Le visite guidate e i viaggi di istruzione costituiscono momenti didattici particolarmente importanti per l’arricchimento e l’integrazione dell’offerta formativa. Essi, infatti, sono connessi con i programmi d’insegnamento e con l’indirizzo degli studi, sono finalizzati alla conoscenza di nuovi e diversi aspetti della realtà socio-culturale e offrono agli alunni la possibilità di vivere relazioni umane costruttive nel rapporto con i compagni e i docenti in contesti diversi dalla classe.

Sono da considerarsi visite guidate, le iniziative che comportano spostamenti organizzati delle scolaresche che si esauriscono nell’ambito dell’orario curriculare delle lezioni o nell’ambito di un solo giorno, per i quali non è richiesto pernottamento fuori sede.

Sono da considerarsi viaggi di istruzione le iniziative che comportano il pernottamento degli alunni fuori sede e pertanto una maggiore complessità organizzativa.

Il Consiglio di Istituto delibera l’approvazione del Piano relativo ai viaggi di istruzione e alle visite guidate proposto  dei Consigli di Intersezione/interclasse/classe previo parere del Collegio dei docenti.

Art. 1

 NORME GENERALI

Le visite e i viaggi  offrono agli studenti la possibilità di mostrare le proprie capacità di autodisciplina e maturità; contemporaneamente presentano un oggettivo carico di maggiori responsabilità per i docenti accompagnatori. Per tale motivo, la scuola si  riserva di non ammettere alla partecipazione a tali attività quegli alunni che nella verifica intermedia abbiano riportato un voto di comportamento pari o inferiore a 7 nella scuola secondaria di primo grado e un giudizio sintetico pari o inferiore a sufficiente nella scuola primaria, salvo diversa motivata decisione del Consiglio di Classe.

Per gli alunni che non parteciperanno al viaggio saranno comunque organizzate attivita’ didattiche da svolgere a scuola.

I provvedimenti disciplinari hanno finalità educativa e tendono al rafforzamento del senso di responsabilità ed al ripristino di rapporti corretti all’interno della comunità scolastica. ( art. 1 comma 2 D.P.R. n° 235 del novembre 2007 che reca modifiche all'art. 4 del D. P. R.  n° 249 del giugno 98).

Art.2

E’ inoltre facoltà del Consiglio di Classe non ammettere alle visite guidate e ai viaggi di istruzione quegli alunni che pur avendo riportato nel primo quadrimestre una valutazione superiore a sette o a sufficiente, nel corso del secondo quadrimestre abbiano riportato sanzioni, richiami o note disciplinari.

Art. 3

La partecipazione dei genitori alle uscite scolastiche, senza oneri per la scuola, è consentita solo per la scuola dell’infanzia e nei casi di alunni con patologie particolari o con bisogni educativi speciali, previa decisione del Consiglio di Classe.

Art. 4

La partecipazione all’uscita scolastica degli alunni disabili richiede la preventiva valutazione da parte dei docenti sulla fruibilità dell’itinerario per le condizioni riguardanti:

-          Le barriere architettoniche;

-          Le norme di sicurezza del mezzo di trasporto in relazione alla disabilità;

-          Le condizioni personali di salute dell’alunno rispetto ai tempi e alla lontananza dalla famiglia. E’ prioritario il confronto con la famiglia dell’alunno.

Art.5

Tutti i partecipanti devono essere garantiti di polizza assicurativa contro gli infortuni.

Gli alunni dovranno essere in possesso di un documento di identificazione personale.

Art.6  

ACCOMPAGNATORI

Gli accompagnatori per viaggi e visite  devono essere individuati esclusivamente fra i docenti, per i quali tale compito costituisce a tutti gli effetti prestazione di servizio. Tale incarico può essere affidato solo dietro volontario assenso.

Art.7

Saranno autorizzati un docente accompagnatore ogni  15 studenti, pur garantendo dove necessario la presenza di più accompagnatori per viaggio e 1 accompagnatore ogni 12 alunni in caso di viaggio all’estero.

Nel caso di partecipazione di uno o più alunni con disabilità o bisogni educativi speciali, si potra’ designare, in aggiunta al numero degli accompagnatori dovuto in proporzione al numero dei partecipanti, un accompagnatore ogni  due alunni.

Art. 8

Gli stessi docenti devono sempre e formalmente acquisire l’autorizzazione dei genitori degli alunni partecipanti.

Art. 9

L'incarico di accompagnatore costituisce modalità particolare di prestazione di servizio. Detto incarico comporta l'obbligo di un'attenta ed assidua vigilanza degli alunni, con l'assunzione delle responsabilità di cui all'art. 2047 e 2048 del Codice Civile.

Art. 10

 STUDENTI

Il  comportamento tenuto dallo studente durante l’iniziativa verra’ successivamente riportato in sede di Consiglio di classe per essere esaminato o comunque considerato nella complessiva valutazione dell’alunno. Lo stesso Organo  Collegiale può valutare, in caso di comportamenti scorretti, l’opportunita’ di non consentire la partecipazione dell’alunno a successive e/o ulteriori uscite didattiche e viaggi d’istruzione.

Art.11

In caso di pernottamento, al termine delle attivita’ comuni, deve essere rispettata la decisione dell’insegnante accompagnatore di fare rientrare,  all’ora stabilita, gli alunni nelle proprie rispettive camere; allo studente è fatto divieto di allontanarsi dalla camera senza motivate ragioni e senza il permesso dell’insegnante.

Art.12

Gli studenti, in generale non dovranno mai mettere in atto qualsiasi azione possa ledere la propria e altrui incolumita’ e sicurezza.

Art. 13

E’ vietato detenere, consumare o cedere sostanze psicotiche o psicotrope, compresi alcolici e tabacchi.

Art. 14

Osservare le indicazioni fornite dal personale responsabile sul mezzo di trasporto, dal personale dell'albergo, dalle guide turistiche di cui ci si avvale e in generale dal personale responsabile della sicurezza.

Art. 15

Durante la visita della meta programmata, si terranno costantemente uniti nel gruppo attenendosi scrupolosamente alle indicazioni dei docenti accompagnatori.

Art. 16

Nel caso di condotta sconsiderata, d’intesa fra i docenti accompagnatori e il Dirigente Scolastico o altri da egli delegato, è disposta l’immediata interruzione del viaggio con onere finanziario a carico degli allievi responsabili, il cui rientro sarà gestito con mezzi propri dalle rispettive famiglie.

Art. 16

OBBLIGHI E RESPONSABILITA’ DELLE FAMIGLIE

Ai fini della tutela della sicurezza e della salute degli studenti, le famiglie hanno l’obbligo di comunicare dettagliatamente eventuali particolari condizioni di salute dei propri figli, comprese allergie, problematiche relative all’alimentazione, criticità psicofisiche di ogni tipo, necessita’ di assunzione di farmaci e/ o particolari terapie mediche.

Art. 17

Ai sensi dell’ Art. 2048 del Codice Civile, le famiglie sono corresponsabili del comportamento dei propri figli, per i danni cagionati da questi ultimi a se stessi, a terze persone e a cose.

Il comportamento sconsiderato dei minori, infatti laddove provochi danni a cose e a terzi, integra  la cosiddetta  “culpa in educando” , consistente nell’oggettiva negligenza dei genitori nei loro doveri di corretta educazione dei figli.

Contestualmente all'assenso alla partecipazione a viaggi e visite da parte dei loro figli, i genitori sottoscrivono l'assunzione di piena responsabilità in caso di danni cagionati a se stessi, a terzi e a cose dei propri figli, nonchè la piena accettazione di quanto previsto dal Regolamento d'Istituto.

In caso di danni provocati dagli studenti a cose durante viaggi e visite, i genitori sono  obbligati  al risarcimento dei danni.

Approvato dal Consiglio di Istituto nella seduta del 25 Marzo 2014 Verbale n. 5 p. 1 e pubblicato all'Albo e nel sito web della scuola.